La dimissione

Come prepararsi alla dimissione?

La dimissione dall’ospedale è possibile a partire dal quinto giorno dopo l’operazione, la mattina alle 11:00. Per il vostro ritorno a casa, è preferibile che sia presente uno dei vostri familiari. Quest’ultimo può anche accompagnarvi ai vostri appuntamenti nei giorni seguenti.

A seconda del vostro stato di salute, il medico può prescrivervi un servizio di assistenza a domicilio (per svolgere le faccende domestiche, preparare i pasti ecc.) in collaborazione con l’Istituto di Ginevra per il mantenimento a domicilio (Imad).

Al momento della dimissione, l’équipe medica vi consegnerà una cartella contenente il certificato medico, la prescrizione, il certificato di dimissione e l’appuntamento ambulatoriale presso gli HUG per le medicazioni.

SAPEVATE CHE...?
In seguito alla vostra dimissione, potrete essere contattati dal servizio di prevenzione e controllo delle infezioni nell’ambito del programma svizzero sul trattamento delle ferite chirurgiche.

Come prendersi cura della cicatrice?

Se il chirurgo ha utilizzato punti di sutura, questi saranno rimossi a partire dall’8° giorno dopo l’operazione, a seconda dello stato della ferita (circa 3 giorni dopo la dimissione), oppure dal 14° giorno se si tratta di un reintervento. Una volta che i punti di sutura sono stati rimossi, non avrete più bisogno della medicazione e potrete fare una doccia, ma dovrete evitare il bagno nel mese successivo all’intervento.

Anche se il chirurgo ha utilizzato colla chirurgica per sutura cutanea (Dermabond Prineo), potete fare la doccia poiché questa medicazione trasparente è impermeabile. La medicazione viene lasciata per 14 giorni. In caso di distacco, contattate il neurochirurgo per il controllo della ferita. La rimozione della medicazione e della colla residua viene eseguita durante il vostro appuntamento di consultazione presso l’ospedale. Non è possibile fare il bagno per un mese dopo l’intervento. Successivamente, evitate di sfregare o di grattare la cicatrice. Non applicate pomate, creme e oli in questa zona.

“Sono tornato a casa dopo sei giorni. Il primo mese i dolori erano importanti, soprattutto alla gamba destra, e a volte mi impedivano di dormire. Abbiamo provato diversi analgesici, ma il rimedio più efficace consisteva nel mettere dell’acqua ghiacciata sulla gamba e muoversi. Poco a poco, il dolore è diminuito”.
Marc, 55 anni

Cosa succede nel periodo postintervento?

Movimenti corretti nella vita quotidiana

Sono indispensabili alla vostra convalescenza. Durante le prime 6-12 settimane in seguito all’operazione, seguite i consigli forniti dai fisioterapisti:

  • eseguite ogni giorno gli esercizi appresi in ospedale
  • giratevi completamente sul lato e raddrizzatevi mantenendo la schiena dritta mentre vi alzate dal letto
  • mantenete la schiena dritta, senza torsioni e senza flessione della regione lombare per eseguire le diverse attività quotidiane (andare in bagno, vestirsi, svolgere le faccende domestiche, cucinare ecc.)
  • prendete una tazza per lavarvi i denti
  • camminate evitando terreni accidentati
  • evitate movimenti bruschi con la schiena e di indossare scarpe con tacco più alto di 5 cm
  • trasportate i pesi tenendoli il più vicino possibile al corpo, senza superare i 5 kg
  • evitate posizioni da seduti troppo basse (per esempio su una poltrona)
  • rimanete distesi sulla schiena durante attività sessuali.
     

Les bons gestes au quotidien

Per prendere un oggetto dietro di voi alzatevi tenendo la schiena dritta

Les bons gestes au quotidien

Restate in piedi per lavarvi

Les bons gestes au quotidien

Restate seduti per mettervi le scarpe

Les bons gestes au quotidien

Trasportate un carico inferiore a 5 Kg tenendolo appoggiato al vostro corpo

Les bons gestes au quotidien

Piegate le gambe per raccogliere un oggetto a terra

Les bons gestes au quotidien

Tenete la schiena dritta

“Ho ripreso a lavorare al 100% dopo due mesi, dietro consiglio medico. Sia a casa che al lavoro, ho dovuto adattare i miei movimenti poiché la mia mobilità e agilità non sono più le stesse: ho acquistato una lavastoviglie e mi faccio aiutare quando devo trasportare carichi pesanti. Tuttavia, oggi posso rimanere molte ore n piedi senza dolore e cammino in media 6,5 km al giorno. La cosa più importante è rimanere in movimento”.
Marc, 55 anni

Ripresa delle attività

Non potete mettervi alla guida della vostra auto nelle prime 4-8 settimane in seguito alla dimissione dall’ospedale. Potete riprendere a guidare non appena la posizione da seduti è tornata a essere confortevole e non comporta alcun dolore.

Nel frattempo, potete viaggiare come passeggeri durante tragitti brevi in automobile o sui trasporti pubblici. In caso di viaggi più lunghi, vi consigliamo di fare diverse soste per riposarvi e cambiare posizione.

La ripresa della vostra attività professionale e delle attività sportive sarà decisa in base all’evoluzione del vostro stato di salute e al parere del medico. Sarete in congedo per malattia per un periodo che va dalle 6 alle 12 settimane.

Muovetevi rispettando tutte le istruzioni che avete ricevuto.

La visita di controllo

Da 4 a 12 settimane dopo l’intervento, vi presenterete a un consulto con il vostro neurochirurgo per un controllo. Questo appuntamento viene organizzato al momento della dimissione e riceverete una lettera a casa della segreteria del reparto di neurochirurgia per confermarlo.

In quest’occasione, viene eseguito un controllo radiologico e viene definito un programma di fisioterapia.

Costi di ospedalizzazione

I costi di ospedalizzazione vengono rimborsati secondo le prestazioni di base dell’assicurazione sanitaria (LAMal) con deduzione della franchigia e della quota a carico del paziente (10% delle spese).

Last update : 04/07/2019